Lettera C

  • Cacalu: Cispa.
  • Cacchiu: Parte di una salsiccia. Si usa anche nell'indicare i rami ascellari di una pianta
  • Caccialepiri: Verdeura selvatica simile alla valeriana.
  • Cafarutu: Ingordo.
  • Caglina: Gallina.
  • Cagliu: Caldo.
  • Caiure: Faville.
  • Calecara: Catasta di legna per fare il carbone.
  • Calla: Calda.
  • Callarèlla: Secchio usato in edilizia.
  • Callaru: Grosso pentolone in rame.
  • Cama: Pula.
  • Camminu: Camino.
  • Canassa: Guancia.
  • Canepuzzigliu: Faina.
  • Canestra: Cesto in vimini spesso usato per contenere i funghi appena raccolti.
  • Cannarozzo: Pomo d'adamo.
  • Cannaruzzitti: Un tipi di pasta che in italiano chiamiamo Cannolicchi o ditali.
  • Cannavicciu: Prodotto della pianta della canapa.
  • Cannela: Candela.
  • Cannelotto: Candellotto di ghiaccio.
  • Cannigliu: La parte più alta e sottile di una bottiglia.
  • Cannùiu: Pannocchia di mais.
  • Caola: Rubinetto in legno da cui fuoriesce il vino dalle botti.
  • Capézza: Cavezza.
  • Capicciòla: Fettuccia.
  • Capìtui: Festeggiamente pre matrimoniali.
  • Capocci: Girini.
  • Capusturnu: Giramento di testa.
  • Carapistà: Calpestare.
  • Carastusu: Commerciante che vende a caro prezzo.

freccetta destra